Accesso ai servizi

Musica sull'aia

"Scopo della nostra proposta è di contribuire ad una sempre più capillare divulgazione della musica classica, trendola dalle sue sedi convenzionali per portarla a contatto diretto in casa della gente e farla conoscere ed apprezzare più da vicino. Quindi: quale sede più idonea dell'aia?In un tempo nemmeno molto lontano l'aia era uno dei cardini più importanti della vita contadina: nell'aia avvenivano scambi contrattazioni, si combinavano matrimoni e nella bella stagione tutte le occasioni erano buone per riunirsi, ritrovarsi, e festeggiare con canti, danze, bisbocciate...nelle feste della vita agreste.

Con l'avvenuta era del benessere, si sono perdute le belle tradizioni, l'aia, magari ristrutturata ed abbellita, è ormai muta.

Ebbene con la nostra iniziativa l'aia ha ritrovato una voce...quella di Puccini, Paganini, Verdi e tanti altri ancora in un' atmosfera tranquilla serena che profuma di campo".

Spiegato con le parole del dott. Rovella E.